Area Riservata
Cerca:
Ricerca avanzata
 
 
 
 
 
 
 
News

INCONTRO DECRETO “SPALMA INCENTIVI”: ADESIONE A RICORSO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Come noto recentemente il Governo con il Decreto “Spalma incentivi” (D.L. 91/2014 convertito con modifiche in L. 116/2014 e decreto attuativo MISE del 17.10.2014 art. 26), è intervenuto per modificare e ridurre le tariffe incentivanti concesse al settore delle energie Rinnovabili (con particolare riferimento al settore fotovoltaico), mettendo a rischio gli investimenti già effettuati e venendo meno agli impegni contrattualmente assunti.
La nostra Associazione, raccolte le segnalazioni da parte delle imprese e verificato l’impatto economico determinato da tale provvedimento, ha approfondito la questione circa la legittimità di tali provvedimenti, discussa da più parti, tramite la consulenza degli Avv.ti Paolo Canonaco e Francesco Luigi Pingitore.

Nello specifico sulla questione, è stato predisposto un parere (disponibile presso gli uffici dell’API), con il quale si suggerisce, ai soggetti colpiti da tale nuova normativa, di:

  • inviare una diffida al G.S.E. per intimare il rispetto della convenzione-contratto sottoscritta;
  • proporre ricorso al TAR Lazio entro il 20.12.2014 avverso le disposizioni di cui ai decreti attuativi;
  • promuovere giudizio ordinario innanzi al Tribunale di Roma, nei confronti del G.S.E., per ottenere la condanna di quest’ultimo al rispetto del contratto-convenzione.

Con i professionisti, sopra citati, la nostra Associazione ha concordato un costo di favore, rivolto alle aziende associate, per l’esperimento di tali azioni (che non sono alternative tra loro, ma che dovranno essere svolte in maniera coordinata), in € 2.500,00 + Iva, oltre oneri, ad impianto.

Per approfondire la questione, dare tutte gli opportuni chiarimenti e raccogliere le adesioni e la documentazione necessaria per procedere, API organizza, in collaborazione con i professionisti citati, un incontro operativo per venerdì 12 dicembre 2014, alle ore 11,00 presso la sede Api di Baveno,

Le aziende che fossero interessate a partecipare all’incontro gratuito, senza alcun impegno, dovranno inviare scheda di iscrizione (vedere sezione Incontri e Convegni)  completa delle seguenti informazioni/documentazione:
1.la denominazione dell’impianto;
2.la potenza nominale (per impianti multi - sezione la potenza è data dalla somma delle potenze delle singole sezioni);
3.la tipologia dell’impianto (su edificio o per terra);
4.l’esistenza di contratti per la disponibilità delle aree sulle quali è stato realizzato l’impianto;  la copia della convenzione sottoscritta con il GSE;
5.il codice impianto;
6.l’eventuale soluzione scelta (a o b) in relazione alle ipotesi diverse da quella indicata sub c);
7.la partita Iva e la Visura camerale nonché la copia del documento di identità del soggetto che rilascerà il mandato.

Al fine di facilitare le azioni descritte, lo Studio legale ha già trasmesso due tipologie di comunicazioni, che una volta completate dei dati mancanti andranno inviate al G.S.E. (e via e-mail per conoscenza a: francescocruciano@apimpresa.it e p.canonaco@studiolegalecanonaco.it), una per chi ha già esercitato la scelta di cui all’art. 26 del Decreto Attuativo (la cui scadenza era fissata al 30 novembre 2014) ed una per chi non ha esercitato alcuna scelta.


 
Copyright © 2011 API Associazione Piccole e Medie Industrie delle province di Novara, Vco e Vercelli
C.F. 80017500036 PEC apiservizisrl@cgn.legalmail.it